Dintorni

Attività

La Località di Pompagnano, dove è situato l’omonimo Agriturismo, si trova nel cuore dell’Umbria. Una terra ricca di arte, cultura e natura. Per questo molteplici sono le attività che è possibile praticare all’interno dell’agriturismo come pure nelle immediate vicinanze dello stesso.

Tra gli sport a contatto con la natura ci sono i trekking in Valnerina, le camminate sul Monteluco o le escursioni a cavallo tra i boschi circostanti.
I percorsi del gusto includono le visite ai frantoi oleari tra Trevi, Giano dell’Umbria e Campello sul Clitunno o la Strada del Sagrantino nell’area di Montefalco.
I tour religiosi fanno tappa nella meravigliosa Assisi, a Santa Maria degli Angeli e nei luoghi sacri della Valnerina tra Cascia e Norcia.

Lo staff dell’Agriturismo Pompagnano vi fornirà tutte le indicazioni per le attività durante il soggiorno.

equitazione

Spoleto è uno dei principali centri turistici dell’Umbria, oltre che per l’importanza dei suoi monumenti archeologici, altomedievali e rinascimentali, per le interessanti manifestazioni culturali che vi si svolgono, quale il prestigioso Festival dei Due Mondi. Se siete alla ricerca di un itinerario artistico-culturale, non potevate scegliere luogo migliore. Dall’età romana al medioevo, dal rinascimento all’ottocento, Spoleto offre una ricchezza artistica e architettonica come poche altre città in Italia: da vedere il Duomo e la sua Piazza, la Rocca e il Ponte delle Torri, Piazza del Mercato, il teatro Romano, le chiese di San Gregorio, San Pietro e San Ponziano e San Salvatore, recentemente dichiarata patrimonio mondiale dell’umanità dall’UNESCO.

spoleto

La Valnerina è una valle stretta dai ripidi e boscosi pendii, dove scorre il fiume Nera, caratterizzata da piccoli villaggi medievali e da importanti abbazie, alle pendici dei Monti Sibillini.
La zona, facilmente raggiungibile da Pompagnano per mezzo di una moderna galleria,  si presta per soggiorni ricchi di emozioni. In Valnerina infatti, è possibile praticare moltissimi sport tra cui il trekking, il rafting, il parapendio  e la pesca sportiva. Inoltre, ci si può rilassare con passeggiate a cavallo, in mountain bike o semplicemente seguendo a piedi i tanti percorsi naturali.
Divertimento assicurato a Scheggino grazie all’Activo Park un vero e proprio parco divertimenti immerso nella natura. Approfondimento e riflessione invece sono garantiti da una visita presso il vicino Museo della Canapa di Sant’Anatolia di Narco,  che fa parte dell’ecomuseo della Valnerina.
Il tutto senza contare che la Valnerina si trova a brevissima distanza da località ricche di arte e storia come Spoleto, Assisi, Perugia, Gubbio, Orvieto e vicina ai preziosi percorsi del gusto come la Strada del Vino Sagrantino e dell’Olio Extra Vergine di Oliva Doc.

valnerina

Il Parco nazionale dei Monti Sibillini si estende a cavallo delle regioni Marche e Umbria, interessando le province di Macerata, Fermo, Ascoli Piceno e Perugia: si estende per una superficie di circa 70.000 ettari, su un terreno prevalentemente montagnoso. Infatti, l’altitudine minima del Parco si aggira intorno ai 500 metri,  mentre Il monte più alto è il Monte Vettore, che con i suoi 2476 metri, domina Castelluccio. Sul Monte Vettore, vicino alla vetta, si trova un piccolo lago, il Lago di Pilato, dove vive il Il Chirocefalo del Marchesoni, un crostaceo endemico che si trova solo quì. Lupo, aquila reale, falco pellegrino, volpe, gatto selvatico  sono gli altri segni evidenti della  ricchezza biologica del territorio.

sibillini

Norcia si trova nel cuore dell’Appennino umbro-marchigiano,  inserita nel comprensorio del Parco Nazionale dei Monti Sibillini: da visitare la Basilica di San Benedetto, patrono della città e d’Europa.  Le attività tradizionali, legate alla lavorazione della carne di maiale e della raccolta del tartufo nero, unite alla bellezza paesaggistica del comprensorio montano, ne fanno una meta turistica ambita.
Anche Cascia si trova nel territorio della Comunità Montana della Valnerina: di notevole interesse storico e religioso sono la basilica e il monastero di S. Rita, veri e propri centri religiosi di fama mondiale. Santa Rita, nata nella frazione di Roccaporena nel 1371, vi morì nel 1447. La suora, beatificata nel 1900, visse tra il 1381 e il 1457. Oggi la santa, conosciuta come dispensatrice di grazie, è venerata in tutto il mondo e moltissima gente si reca ogni anno in pellegrinaggio durante le celebrazioni ritiane al Santuario a lei consacrato.

norcia

A un’ora da Spoleto, si trova Perugia, capoluogo della regione Umbria, città di origini etrusche posta su una collina: qui è da vedere il centro storico, con l’Arco Etrusco, e soprattutto Piazza IV Novembre, dove, posta fra il Duomo e il monumentale Palazzo dei Priori, c’è la bellissima Fontana Maggiore. Dalla Fontana si può camminare per l’elegantissimo Corso Vannucci, per una indimenticabile e romantica passeggiata. A luglio si tiene a Perugia l’importante manifestazione musicale Umbria Jazz con ospiti di rilievo internazionale.
perugia

Assisi, la città di san Francesco


A 40 minuti da Spoleto si trova Assisi, Citta di S. Francesco, una delle capitali della religione cattolica del mondo, meta di pellegrinaggio in ogni periodo dell’anno. E’ nota per la Basilica gotica dedicata al Santo, su tre livelli, con affreschi di Giotto e di altri maggiori maestri italiani del 300. Da vedere: la Rocca Maggiore, il Tempio di Minerva, l’Eremo delle carceri e la chiesa romanica di S. Rufino. Nelle vicinanze, ottimo luogo per passeggiate è il Monte Subasio.
assisi

E’ uno dei borghi medioevali umbri meglio conservati e più caratteristici dell’intera ragione, famoso in tutto il mondo per il suo vino Sagrantino, sia secco che passito, che è considerato dai sommelier uno dei vini in assoluto più prestigiosi al mondo.
In Agosto vi si svolge una delle sagre più caratteristiche,interamente ispirata alla tradizione dei giochi e delle tenzoni medioevali, che si conclude con l’appassionante corsa dei bovi, in cui l’uomo sfida la forza bruta della natura.
montefalco